30 Novembre 2017

SIMONE TAVONI: "SONO FIDUCIOSO, PENSIAMO SOLO A LAVORARE E CERCARE DI MIGLIORARE"

Dopo la trasferta di Agnone in cui la Jesina è tornata sconfitta di misura per 1-0, al “Carotti” arriva il Castelfidardo dell’ex mister Roberto Vagnoni, partito alla grande ad inizio torneo ed ultimamente un po’ in frenata.

In attesa della riapertura del mercato in cui la Jesina dovrà assolutamente mettere a segno almeno 2 colpi, uno a centrocampo ed uno in attacco, come condiviso da addetti ai lavori e tifoseria, tanti discorsi a questo punto non servono più, purtroppo contano già, e tanto, i fatti. A questo proposito c’è da registrare il movimento in uscita del fantasista Margarita, giocatore dall’indiscusso valore tecnico ma incapace di trovare sin da inizio torneo una giusta collocazione tattica nella squadra.

Per capire meglio come si sta vivendo questo momento in casa leoncella, abbiamo sentito il portiere Simone Tavoni, ormai veterano biancorosso, a difesa della porta jesina dalla lontana stagione 2012/2013, con all’attivo oltre 100 presenze in maglia biancorossa.

Simone, ad Agnone ancora una sconfitta, come è andato l’incontro?

E’ stata una partita molto difficile su un campo sempre ostico, come accade ogni volta in cui andiamo a giocare ad Agnone. Purtroppo abbiamo preso il gol poco prima della fine e non siamo riusciti a rimediare. E’ stata una partita abbastanza equilibrata, aperta e si è intuito subito che chi avrebbe segnato per primo avrebbe portato a casa l’intera posta in palio.

Il momento non è dei migliori e la squadra ha estremamente bisogno di un aiuto dal mercato di dicembre, cosa ne pensi?

Al mercato ci pensa la Società. Noi dobbiamo pensare solo a continuare a lavorare e dare tutto in campo come abbiamo fatto sino ad ora. E’ normale che si può sempre fare meglio, sono comunque fiducioso nel prosieguo del torneo.

La difesa leoncella, che tu dirigi ogni domenica, sembra aver perso quella solidità mostrata nelle prime giornate, cosa le sta accadendo?

Prendere gol fa parte del calcio. Ogni domenica c’è anche un avversario di fronte e può capitare di prendere gol. Io penso che non eravamo impenetrabili prima e non siamo diventati una difesa colabrodo ora. Dobbiamo lavorare in questo senso per commettere meno errori possibili.

Tornando al tuo percorso con la maglia della Jesina, superate le 100 presenze, quale è il tuo bilancio complessivo e quale la partita che ricordi di più?
 
A Jesi mi sono trovato sempre bene con tutti, compagni di squadra, dirigenti, allenatori ed ambiente, quindi il bilancio non può che essere positivo. Tra le partite che ricordo, come non sottolineare la vittoria per 2-0 con la Sambenedettese di alcuni anni fa e quella per 2-1 contro l’Ancona, anche se giocata a porte chiuse, in cui la Jesina tornò alla vittoria contro i dorici dopo tantissimo tempo.

Per la rubrica #LAVOCEDEILEONCELLI

Michele Grilli

Viale Cavallotti, 39 - JESI (An)
Tel: 0731.200405 - Fax: 0731.200405
E-mail: info@jesinacalcio.com

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree