23 Febbraio 2017

LEONARDO COMPAGNUCCI: “RIPARTIRE DALLE COSE POSITIVE FATTE SINO AD ORA, A TESTA ALTA”

Dopo la terza sconfitta consecutiva la Jesina è chiamata a dare una scossa al torneo nella sfida casalinga contro la Sammaurese.

La squadra che sembrava aver riacquistato solidità e sicurezza in se stessa alcuni mesi fa, ha subito in queste ultime settimane un’involuzione del gioco e soprattutto nella sicurezza mentale. Le assenze per squalifica di Cardinali e Trudo non possono essere una scusante. Senza se e senza ma, i leoncelli sono chiamati a riprendere il cammino e tornare a far punti prima che il pallone inizi a scottare davvero. Di quest’ultimo periodo negativo ne abbiamo parlato con il jolly difensivo Leonardo Compagnucci, altro Under jesino da alcuni anni in forza alla prima squadra.

Leonardo, partiamo da domenica scorsa, dalla sconfitta di Agnone, cosa sta succedendo alla Jesina?

Nonostante la sconfitta il clima è sempre molto positivo. Pensiamo ad una partita alla volta ed a riprenderci. Non ci eravamo esaltati prima e non ci stiamo abbattendo ora. Se avevamo fatto quella lunga striscia di risultati utili, vuol dire che dei valori ci sono. Pensiamo a ripartire a testa alta, dalle cose positive fatte vedere sino ad ora, e ritrovare quella sicurezza che avevamo fino a qualche settimana fa.

Avevamo visto una Jesina brillante e tutto cuore con la Vis seconda in classifica poi, da Campobasso ad Agnone, passando per il Romagna Centro, tre sconfitte diverse che hanno fato male una più dell’altra.

Sono state in effetti tre sconfitte ognuna diversa dalle altre. A Campobasso avevamo fatto noi la partita, poi da tre errori sono nati i loro gol. Con il Romagna Centro invece, abbiamo sbagliato l’approccio alla gara, anche in casa purtroppo può accadere. Ad Agnone infine, nonostante siamo passati per primi in vantaggio, aver subito il gol allo scadere del primo tempo ci ha messo in enorme difficoltà.

Cosa vi ha detto il mister in settimana e cosa tra di voi?

Abbiamo parlato poco e pensato soprattutto a lavorare. Abbiamo una gran voglia di riscattarci e tornare a giocare. Le parole ora non servono a niente.

Ti abbiamo visto impiegato in diverse zone del campo in questi anni, quale è quella che preferisci?

 

Ho giocato un pò in tutti i ruoli sin da piccolo, anche in porta. Sono diventato poi centrocampista, ruolo ricoperto sino a due anni fa nella Vigor Senigallia. Dall’anno scorso poi, sono stato impiegato definitivamente in difesa. In questo ruolo, prediligo comunque giocare come esterno difensivo sulla fascia sinistra.

Ricordiamo che sabato 25 febbraio alle ore 15:30 la Juniores Nazionale della Jesina affronterà il Castelfidardo presso il campo sportivo Cardinaletti.

Per la rubrica #LAVOCEDEILEONCELLI

Michele Grilli

Viale Cavallotti, 39 - JESI (An)
Tel: 0731.200405 - Fax: 0731.200405
E-mail: info@jesinacalcio.com

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree